4 marzo: come si vota (attenzione al tagliando antifrode) Reviewed by Sinistra Italiana Gallarate on . Si voterà domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Oltre che per l’elezione del Senato e della Camera, in Lombardia si voterà anche per le elezioni regio Si voterà domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Oltre che per l’elezione del Senato e della Camera, in Lombardia si voterà anche per le elezioni regio Rating: 0
You Are Here: Home » Secondo noi... » 4 marzo: come si vota (attenzione al tagliando antifrode)

4 marzo: come si vota (attenzione al tagliando antifrode)

M_VotaSi voterà domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00. Oltre che per l’elezione del Senato e della Camera, in Lombardia si voterà anche per le elezioni regionali (scheda verde).

Per la Camera (scheda rosa) e il Senato (scheda gialla) è sufficiente mettere una croce sul simbolo della lista. La legge elettorale non permette le preferenze: il voto per  i collegi uninominali  verrà esteso automaticamente alla lista plurinominale (ovvero la lista per il calcolo del proporzionale, poiché un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale).

Ciascuna scheda – in un rettangolo – ha il nome del candidato del collegio uninominale. Nel rettangolo sottostante, è riportato il simbolo della lista collegate al candidato uninominale, con a fianco i nomi dei 4 candidati  del collegio plurinominale.

E’ vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione (il voto sarà altrimenti nullo).

Possono votare i cittadini che alla data di domenica 4 marzo hanno compiuto 18 anni per la Camera e 25 anni  per il Senato. Occorre portare con sé la tessera elettorale e un documento di riconoscimento valido.

Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, il “tagliando antifrode”, dotato di un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato al momento dell’identificazione dell’elettore. Espresso il voto l’elettore consegna la scheda al presidente del seggio. E’ il presidente che stacca il “tagliando antifrode” e, solo dopo aver verificato la corrispondenza del numero del codice con quello annotato al momento della consegna della scheda, la inserisce nell’urna.

I/le candidati/e di Liberi e Uguali dei collegi uninominali sono:

Per la Camera dei deputati

Cinzia Colombo – collegio di Gallarate qui il suo blog e qui la sua pagina FB

Davide Feleppa – collegio di Varese qui la sua pagina FB

Federico Simonelli – collegio di Busto  Arsizio

(lista proporzionale: Stefano Catone, Annamaria Guidi, Leonardo Balzarini, , Cinzia Incontri)

Per il Senato della Repubblica

Claudio Mezzanzanica – collegio di Gallarate /Varese qui la sua pagina FB

Giuseppe Nigro – collegio di Busto Arsizio/Saronno/Como qui la sua pagina FB

 

(lista proporzionale: Celestino -detto Tino- Magni, Donatella Beltemacchi, Domenico Tammaro, Linda Gatti)

Anche per le elezioni regionali (scheda verde) basterà mettere una croce sul simbolo della lista. Il voto andrà automaticamente anche al candidato presidente. Alle elezioni regionali è possibile esprimere fino a 2 preferenze (necessariamente un uomo e una donna).

I/le candidati/e di Liberi e Uguali sono:lgo-liberi-e-uguali-lombardia

Angelone Ilaria qui la sua pagina FB - Colombo  Camilla – Chiesa Alessia – Casola Stella – Dieng Thierry – Bertana Mario – Vita Salvatore – Luigi Luce

 

Perché un voto a Liberi e Uguali? Per restituire la speranza nella democrazia a milioni di cittadine e cittadini che oggi non si sentono più rappresentati. Per riaprire una prospettiva di governo di segno autenticamente progressista.

La crescita delle diseguaglianze è oggi il principale fattore di crisi dei sistemi democratici. La lunga crisi, assieme a un processo di globalizzazione non regolato, ha enormemente accresciuto le diseguaglianze, ha svalutato il lavoro e compresso i suoi diritti, ha costretto alla chiusura tante piccole e medie aziende, ha condannato i giovani a una disoccupazione di massa e una precarietà endemica, ha indebolito l’istruzione, la sanità e la previdenza pubbliche, ha colpito il ceto medio e ha allargato l’area di povertà e di insicurezza sociale. Il progetto di Liberi e Uguali nasce per contrastare queste tendenze, riaffermando l’attualità del modello sociale ed economico disegnato dalla Carta costituzionale.

Qui il nostro programma

R_Voto

 

Comments (1)

Leave a Comment

© 2012 Sinistra Ecologia Libertà Gallarate - via Checchi 21 - 21013 Gallarate -va- Powered www.ilariamascella.com

Scroll to top